FANDOM


Libri in mano
Libri
Info capitolo
Volume: 4
Capitolo: 33
Titolo Giapponese: 抱く書
Titolo Romaji: Idakusho
Titolo Italiano: Libri in mano
Pagine: 19
Data di uscita: 25 Giugno 2015
Cronologia capitoli
Precedente Successivo

"Libri in mano" è il capitolo 33 di TG

Personaggi Modifica

Sommario Modifica

Nella villa di Tsukiyama, Mirumo Tsukiyama si lamenta per le condizioni di suo figlio. Shuu Tsukiyama sta mangiando incautamente qualsiasi ghoul o umano e a causa di una malattia genetica dovuta a matrimoni consanguinei, il suo kagune è instabile. Mirumo vuole che Shuu sviluppi un kakuja normale, ma sapendo che è impossibile, apre una finestra vicina e urla a squarciagola. Kanae Von Rosewald viene a controllarlo. Mirumo spiega tranquillamente che è agitato e si chiede cosa può fare per riempire il cuore di Shuu.

Al CCG, Matsuri Washuu tiene un incontro per discutere i segni kagune che ricordano quelli della famiglia Rosewald in Germania. Sono in grado di dedurre che sono parenti lontani a giudicare da quanto strettamente corrispondono. Dopo l'incontro, Tooru Mutsuki chiede al suo mentore, Haise Sasaki, se i parenti fossero più vicini se fossero parenti stretti. Spiega che più i ghoul sono vicini, più è probabile che i loro segni kagune si assomiglino. Sasaki parla di Rabbit e dei problemi che ha avuto confrontando i marchi kagune.

Nel nascondiglio di Aogiri , Ayato Kirishima e Tatara discutono sul salvataggio di Hinami Fueguchi. Tatara crede che la sicurezza sia diventata troppo stretta da quando è scoppiata a Cochlea, ma Miza concorda sul fatto che le abilità di Hinami sono troppo rare per lasciarla andare e Ayato pensa che un piano sia possibile. Seidou Takizawa osserva da bordo campo e li prende in giro per essere dei ghoul che mostrano affetto. Ayato contrasta dicendogli che Hinami è andato a fermarlo, solo per Takizawa per ricordargli che l'obiettivo di Hinami era salvare Sasaki. Tatara interviene prima che lo scontro si scaldi ulteriormente. Dopo una breve discussione, Ayato lascia per sedersi da solo e ricorda quando incontrò per la prima volta Hinami come nuovo recluta ad Aogiri. Dopo essere stato portato da Eto, va a trovare Hinami che è seduta da sola, a piangere. Nonostante l'avesse insultata per aver pianto, Hinami rise sentendosi sollevata perché Ayato le ricordava sua sorella maggiore. Nel presente, Eto e Noro osservano da lontano, incuriositi.

A Cochlea, Sasaki saluta Hinami e porta i suoi libri. Si scusa per non essere stato in grado di portarla di più, ma lei è grata a prescindere e si riferisce a lui come "fratello maggiore". Sembra confuso, ma ignora il titolo e iniziano l'interrogatorio. In seguito, si complimentano a vicenda e Hinami lo chiama di nuovo "fratello maggiore". Questa volta Sasaki la interroga e spiega che non può essere la persona che era una volta finché non ha i ricordi e perché ha esperienze diverse. Anche Hinami lo riconosce come una sua persona, ma è anche confuso e triste perché è molto diverso ma allo stesso tempo simile. Pensa che molte persone si sentano allo stesso modo di lei perché molte persone amavano Kaneki. Sentendosi pentito, Sasaki termina l'incontro. Quando si trova un momento da solo, Sasaki si trova più confuso che mai, incerto su cosa provare per Hinami e la sua situazione.

I suoi pensieri sono interrotti da uno strano uomo coperto di cicatrici che è divertito dal suo rapporto con i ghoul e in qualche modo conosce il suo nome. L'uomo afferma che Sasaki è "famoso" ma viene interrotto da qualcuno che lo chiama. L'uomo è Shiki Kijima e lavorerà con lui al Caso Rosewald . Kijima parte con la sua compagna, Nimura Furuta, che riconosce nervosamente Sasaki, che tacitamente ricambia.

Curiosità Modifica

  • La copertina fa riferimento alla copertina del Capitolo 33 del manga del primo Tokyo Ghoul, con una cover divisa di Tsukiyama e Kaneki rivolta in direzioni opposte.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.