FANDOM


:
146
Info capitolo
Volume: 14
Capitolo: 146
Titolo Giapponese:
Titolo Romaji:
Pagine: 18
Data di uscita: 26 Ottobre 2017
Cronologia capitoli
Precedente Successivo

" : " è il capitolo 146 di TG:Re

146

Personaggi Modifica

Sommario Modifica

Una raffica di assalto aereo piove su Dragon mentre JSDF arriva nei loro tentativi di sopprimere una porzione del colossale kakuja, costringendo la bestia a scendere a terra nel tentativo di scrollarsi di dosso gli inseguitori dall'alto. Giù a livello del suolo, la seconda linea di assalto in forma di carri armati attende il gigantesco kakuja, e rafforzata dal primo attacco apparentemente efficace degli elicotteri, fuoco aperto, solo per essere sbriciolato come figure di origami dalla massa pura di Dragon mentre il vapore si accumula su di loro senza segni di danni dal colpo di artiglieria.

Dragon continua il suo assalto diffuso di Tokyo mentre le voci dei soldati attraverso gli interfoni si riempiono rapidamente con le disperate, finali, urla e grida degli uomini e delle donne catturati nella via del kakuja.

Giù nel 24 ° reparto, Koori Ui parla con Kichimura Washuu e lo affronta sia per la conferma della follia disumana che si è scatenata sia per i suoi dubbi sulle sue capacità di resuscitare il defunto Hairu Ihei e Kishou Arima, in accordo con i desideri di Ui . Furuta, nell'esasperata rassegnazione, spiega che, in termini di possibilità, se i kaguna fossero il frutto dell'immaginazione, allora la vita può nascere da tutto questo caos infinito. Siccome l'Ui chiede che una percentuale di questa possibilità sia vera, Furuta risponde solo con uno zero, un'impossibilità completa.

In una leggenda si dice che il Re del 24 ° Rione, ha compiuto la stessa impresa e ha infuso il mondo con la propria forza vitale allo stesso modo, ma Ui afferma di essere un semplice colpo e il compromesso troppo irregolare per essere considerato giustificato , sostenendo che le vite del re originale hanno preso dove più delle vite che ha fatto.

Furuta afferma solo che potrebbe solo mostrare a Ui un percorso verso l'obiettivo, non che l'obiettivo stesso sarebbe quello che l'Ui desiderava sul serio. Ammetto che le sue speranze erano solo un sogno da pipa, ma nella sua disperazione l'aveva afferrato, anche se il conforto che le procurava era un semplice placebo e un'illusione, una cosa che, nelle sue dimissioni, temeva di essere infine sbriciolato.

Interrogando Furuta, l'uomo poteva solo offrire scuse sincere come conferma per lui.

Furuta si rivolge al presente. Hirako e Yusa Arima e interroga Ui sulle sue ragioni per non ucciderli. Ui ammette solo di aver combattuto fino alla morte con loro per davvero, solo di abbandonare tutte le ostilità nel momento in cui Dragon è apparso e li ha costretti a combattere e sopravvivere.

Furuta si congeda mentre conferma verbalmente a loro le sue dimissioni volontarie come capo ufficio del CCG

Hirako chiede a Ui dove andrà a che Ui risponde che andrà sopra e aiuterà gli investigatori, suggerendo a Hirako di dichiarare che lo accompagnerà e guarderà le sue spalle. Yusa, disinteressata alla loro conversazione, domanda Hirako se si sta dirigendo verso il mondo che Arima desiderava, e Hirako risponde solo con le sue incertezze, senza una risposta definita.

Curiosità Modifica

  • Il titolo " : " è un possibile riferimento al titolo di Tokyo Ghoul : re
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.